Vai al contenuto

Relazioni ed atti

Relazione e budget 2022
Il 25 luglio scorso si è concluso il primo anno di mandato di questo consiglio direttivo che, salvo imprevisti, condurrà la nostra associazione al 2025 e ad onor del vero ci riteniamo sufficientemente soddisfatti del lavoro fatto fin qui, di cui renderemo conto a marzo prossimo. Ora, però, è tempo di delineare le linee programmatiche per il nuovo anno, nel quale ricorre il 70° anniversario della nascita della sottosezione provinciale di Potenza della
sezione sud campano lucana con sede in Salerno. Era il 28 agosto del 1952.
Il comitato della sottosezione era composto da tre giovani: Antonio Mecca, fiduciario, Francesco Schiavone, vicefiduciario e Donato Sabia, consigliere delegato.
Si tratta di una data che è opportuno celebrare per dare il giusto riconoscimento a persone non vedenti che hanno fatto la storia dell’UICI di Basilicata e che ci hanno preceduti in questo compito di tutela e di salvaguardia dei diritti di cittadinanza e che abbiamo il dovere di testimoniare ai più giovani.
Occorre preservare e difendere la memoria storica di persone che hanno fatto del proprio limite, il valore per mettersi al servizio degli altri, ma soprattutto bisogna convincere i più giovani, proprio nell’anno che l’Europa dedica a loro, che non ci può essere futuro senza passato.
Il 2022 è anche l’anno del centenario di Pier Paolo Pasolini figura tra le celebrazioni patrocinate dall’UNESCO e, in tutto il mondo, si annunciano manifestazioni, convegni, mostre, riedizioni e nuove traduzioni.

Relazione programmatica 2022
Budget 2022

Relazione e budget 2021

Ad appena tre mesi dall’insediamento del nuovo CdA dell’UICI di Basilicata svoltosi il 25 luglio scorso il nuovo direttivo è chiamato a tracciare le linee programmatiche per il 2021 ed è chiamato a farlo in un momento di grande intensità nel quale tutti noi siamo pervasi da sentimenti contrastanti. Da un lato avvertiamo la gioia e l’entusiasmo per la celebrazione del Centenario, evento unico ed irripetibile per il quale abbiamo già ospitato nella città di Potenza la mostra itinerante con tanti eventi e laboratori collegati. Sentiamo forte, infatti, il dovere morale di testimoniare con onestà intellettuale e riconoscenza la memoria di 100 anni di storia, attraverso il valore e l’impegno dei padri fondatori a partire da Aurelio Nicolodi del quale ci piace ricordare la seguente citazione “Più di una volta nel corso delle mie complesse organizzazioni, ebbi la sensazione esaltante di precorrere i tempi”.