Prevenzione e Riabilitazione

Tra gli scopi statutari dell’UICI vi è anche la prevenzione e la  riabilitazione visiva a cui l’associazione sin dalla sua fondazione ha riservato particolare attenzione attraverso l’attuazione di specifiche campagne di informazione e sensibilizzazione e collaborazioni con organismi scentifici.
Allo scopo di dare organicità  ed evidenza scentifica alla prevenzione nel 1977  l’UICI in collaborazione con la Società Oftalmologica Italiana (SOI) fonda  l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus.

Nel 1989  all’UICI e alla SOI si affianca anche  l’Associazione Professionale Italiana Medici Oculisti (APIMO).
L’Agenzia, riconosciuta ufficialmente dallo Stato con legge n. 284 del 28 agosto 1997, ha per scopo la prevenzione della cecità e quello della riabilitazione visiva degli ipovedenti e svolge nello specifico le seguenti attività:

–  diffonde a livello nazionale, regionale e locale la conoscenza delle principali patologie oculari, causa di cecità o di ipovisione a tutte le età, promuovendo e sostenendo campagne di informazione, convegni e riunioni a carattere scientifico;

–  pubblica e diffonde materiale scientifico e informativo;

–  promuove iniziative di studio, di ricerca scientifica, di indagini epidemiologiche, anche attraverso accordi di collaborazione con lo Stato, le Regioni, le strutture universitarie e ospedaliere di Oftalmologia e Istituzioni con competenze affini nonché con ogni altro Ente pubblico o privato, mirate a rendere effettiva la prevenzione della cecità, la riabilitazione visiva e il recupero psicologico e sociale degli ipovedenti;

–  interviene come interlocutore idoneo presso le Amministrazioni Pubbliche e private per proporre e sollecitare iniziative per la prevenzione della cecità e per la riabilitazione visiva degli ipovedenti;

–  promuove e organizza corsi di formazione e di aggiornamento per educatori e per riabilitatori visivi;

–  promuove e organizza sul territorio iniziative per la prevenzione delle minorazioni visive, anche attraverso l’utilizzo di unità mobili oftalmiche;

–  fornisce ai cittadini, con ogni mezzo idoneo, informazioni e consulenza sulle minorazioni visive, nonché sostegno ove ritenuto necessario; 

La Sezione Italiana della I.A.P.B.  è costituita da una struttura nazionale e da strutture regionali e provinciali.