Chi Siamo

Un po’ di Storia…

22 febbraio 1991 l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ha istituito l’ I.Ri.Fo.R,
l’Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione il quale progetta ed eroga
servizi per la formazione e la riabilitazione rivolti a persone con disabilità visiva.
L’attività dell’I.Ri.Fo.R.  è stata riconosciuta dal Parlamento che, con legge 23 settembre
1993, ha attribuito all’Istituto un contributo annuo (attualmente di € 1.150.000,00). Fin dalla
sua costituzione l’ I.Ri.Fo.R., del resto anche in conformità dei fini statutari, ha prestato
particolare attenzione alle tecnologie innovative, per l’individuazione di nuove opportunità
lavorative e professionali. In particolare, l’I.Ri.Fo.R. ha curato il settore dell’informatica, sia
quale strumento per l’autonomia personale che per l’integrazione sociale e lavorativa,
progettando e realizzando percorsi formativi a livelli mai raggiunti prima. Tra le linee guida
dell’ I.Ri.Fo.R. per la piena integrazione sociale dei disabili visivi particolare rilievo ha il
presupposto dell’accesso all’informazione ed alla cultura mediante le possibilità offerte, in
particolare ai disabili visivi, dalle sempre più raffinate tecnologie informatiche. Ricerche da
più parti effettuate hanno del resto dimostrato la grande potenzialità di iniziative dirette
all’inserimento professionale dei ciechi ed ipovedenti in quei settori, in particolare del
terziario avanzato, in cui l’informatica ha assunto un ruolo assoluto, con continua
evoluzione dinamica delle aree di professionalità.
 L’ I.Ri.Fo.R.  è ente riconosciuto dal MIUR quale referente per la formazione scolastica
sulle tematiche della disabilità visiva ed è accreditato per l’erogazione di formazione al
personale docente (ai sensi della Direttiva MIUR n° 170/2016 ).
In Basilicata l’I.Ri.Fo.R. opera sull’intero territorio attarerso i CdA delle strutture di
Potenze e Matera con il coordinamento del Consiglio di Amministrazione di Basilicata.
Dalla sua istituzione ad oggi sono stati organizzate e svolte diderse attività di formazione
rivolte essenzialmente alle persone con disabilità della vista, a genitori e docenti di
sostegno e curriculari.


L’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui la legge e lo statuto affidano la rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni.

L’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS ha per scopo l’integrazione dei non vedenti nella società, perseguendo l’unità della categoria.

Per il raggiungimento dei suoi fini l’Unione ha anche creato strumenti operativi per sopperire alla mancanza di adeguati servizi sociali dello Stato e degli altri enti pubblici. In particolare vanno ricordati il Centro Nazionale del Libro Parlato, il Centro Ricerca Scientifica, l’I.Ri.Fo.R. (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione), il centro studi e riabilitazione “Le Torri” di Tirrenia, l’U.N.I.Vo.C. (Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi) e ultima creazione, l’A.L.A (Agenzia Per La Promozione Del Lavoro Dei Ciechi). L’Unione ha anche istituito la Sezione Italiana della Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità.

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti fa parte, quale membro fondatore, della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità (FAND).

Il consiglio dell’ UICI Basilicata I componenti dell’ UICI Basilicata