Chi Siamo

L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti affianca le persone cieche o ipovedenti sostenendole e orientandole nel proprio progetto di vita per farle diventare libere e autonome. L’uici è attiva in Basilicata dal 1952 e attraverso le due strutture territoriali di Pz e Mt offre i servizi di segretariato sociale, ascolto psicologico, formazione all’utilizzo di nuove tecnologie, realizzazione di audioli-bri e digitalizzazione dei testi scolastici, orientamento al lavoro e aiuto in genere per risolvere piccoli o grandi difficoltà. Realizza, inoltre, campagne per la pre-venzione della cecità e di divulgazione del Braille e attività culturali e di promozione sociale come convegni, eventi al buio, laboratori sensoriali, scambio di esperienze e quant’altro possa favorire la conoscenza tra i propri aderenti e non solo.


L’Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui la legge e lo statuto affidano la rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni. Ha per scopo l’inclusione dei non vedenti nella società, perseguendone l’unità.
Per il raggiungimento dei suoi fini l’Unione ha anche creato strumenti operativi per sopperire alla mancanza di adeguati servizi sociali dello Stato e degli altri enti pubblici. In particolare vanno ricordati il Centro Nazionale del Libro Parlato, il Centro Ricerca Scientifica, l’I.Ri.Fo.R. (Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione), il centro studi e riabilitazione “Le Torri” di Tirrenia, l’U.N.I.Vo.C. (Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi) e ultima creazione. L’Unione ha anche istituito la Sezione Italiana della Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità.
L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti fa parte, quale membro fondatore, della Federazione tra le Associazioni Nazionali delle persone con Disabilità (FAND).

La mission I componenti dell’ UICI Basilicata