14° Giornata Nazionale del Braille: interventi e materiale didattico

  • di

Storia di un codice universale
ll webinar organizzato in collaborazione con la Federazione Nazionale degli Insegnanti  è diviso in due parti: nella prima di natura introduttiva, è finalizzata a  contestualizzare il valore culturale del codice Braille, a partire proprio dalla sua origine storica. La seconda parte ha lo scopo di approfondirà gli aspetti tiflo-pedagogici, dando particolare attenzione alle numerose potenzialità che il Braille può offrire per lo sviluppo di differenti abilità pratiche e cognitive. In particolare questo spazio sarà dedicato alle unità di apprendimento. 

Contributi video sei singoli interventi

Le giornate del Braille per costruire reti sul territorio, Maria Buoncristiano, Presidente UICI Basilicata

“Louis Braille, il giovane inventore a caccia di sogni”…, Fabiana Santangelo, giornalista

Lettura tratta da Filuppo e L. Braille a cura di Anna Varriale

“L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti compie cento anni”, Vincenzo Massa, componente della direzione nazionale UICI

“Il valore della memoria nei luoghi di cultura”, Giampaolo d’Andrea, storico, Consigliere del Ministro dei Beni, delle Attività culturali e del Turismo Dario Franceschini.

“Il gruppo classe come comunità di pratica in ambiente educativo funzionale alla relazione d’aiuto” Domenico Milito, Direttore dei percorsi di specializzazione sostegno per gli alunni con disabilità – Università della Basilicata

“A scuola con il Braille: l’importanza pedagogica di un codice senza tempo”, Stefano Salmeri Professore Associato di Pedagogia generale e sociale, Facoltà di Studi Classici, Linguistici e della Formazione, Università degli Studi di Enna “Kore”

“I libri tattili e software per una didattica inclusiva” Emiliana Lisanti, docente – Cultrice della materia cattedra di didattica e pedagogia speciale – Università della Basilicata

“Dai prerequisiti all’apprendimento del Braille”, Beatrice Ferrazzano, responsabile centro di consulenza tiflodidattica di Foggia

“Dalla realtà al simbolo: esempi di unità di apprendimento”, Rosalucia Saracino, assistente tiflologa, centro di consulenza tiflodidattica di Rutigliano – Bari

“Il Braille nello studio della musica”, Fernando Russo, già docente di musica

“Tecnologie assistive per le disabilità visive”, Giuseppe Rossini, responsabile della Società Cooperativa a responsabilità limitata “Aurelio Nicolodi” di Bari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *